Alessandro è un bimbo di sette anni, orfano del padre sin dalla prima infanzia. All'improvviso nella sua vita appare lo zio Claudio, una personalità sfuggente e dura, che ha la ferma intenzione di vendere la villetta dove Ale vive con la madre. La rabbia del bambino verso l'uomo è grande e complessa e lo spinge sino al punto di manomettere maldestramente ma con successo i freni dell'auto dell'uomo. Peccato che la mattina seguente su quell'auto salirà anche sua madre. E che quando il bambino se ne accorgerà sarà troppo tardi.